Destination | Peloponnese | Olympia | Aldemar Olympian Village

La terra

OLIMPIA

Non è corretto sostenere che la regione dell’Ilia abbia una storia; essa è la storia. Situata nella parte occidentale del Peloponneso, la zona è famosa in tutto il mondo per la sua importanza in ambito archeologico. Olimpia è piena di meraviglie storiche e gemme architettoniche: il sito di Olimpia Antica, il monastero bizantino, il castello Franco, monumenti antichi, templi, ecc. I visitatori saranno abbagliati da uno sfondo di stupefacente bellezza naturale – montagne, spiagge, campi infiniti e una spettacolare costa azzurra.

Skafidia,Ilia,Olympia
Peloponnese,Greece, 27131
Tel: (+30) 26210 82 000

Storia e Mitologia

UNA STORIA TUTTA DA RACCONTARE

L'ANTICA ILIDA

L’antica Ilida fu costruita sulle rive settentrionali del fiume Peneus, tra la zona montagnosa e le pianure costiere. La città fu abitata quasi ininterrottamente dall’inizio del Paleolitico medio fino all’inizio dell’epoca bizantina. Era considerata un importante centro culturale del Peloponneso e la capitale della prefettura di Ilia. Questa città ben organizzata del mondo antico è inoltre la città che ha ospitato i Giochi Olimpici per più di mille anni. I visitatori del sito archeologico potranno vedere l’antico mercato (agora), il teatro molto ben conservato, il villaggio, la cittadella e i cimiteri.

LA MITICA "GROTTA DEI LAGHI" DI ACHAIA

Con la sua ampiezza massima di 827 metri, questa grotta è una rara creazione della natura. Accanto alle sue strane formazioni di stalattiti e al labirinto di cunicoli, questa grotta ospita una serie di 13 laghi a cascata disposti su tre diversi livelli. Come se non bastasse tutto ciò a renderla unica, vi sono state rinvenute reliquie umane e animali risalenti al Neolitico. La grotta consiste, infatti, in un antico fiume sotterraneo con cascate naturali che si prosciuga parzialmente nei mesi estivi, rivelando bacini in pietra e dighe alte fino a 4 metri. Il complesso maggiore della grotta misura attualmente 500 metri di lunghezza. La grotta dei laghi si trova a una distanza di 17 km da Kalavryta e 9 km da Kleitoria.

IL PALAZZO DI NESTORE

Il Palazzo di Nestore rappresentava un importante centro amministrativo, politico e finanziario della Messenia micenea. Fu costruito nel tredicesimo secolo a.C. dal re Nestore, figlio del Peleo che aveva partecipato alla guerra di Troia con 90 navi che resero Pylo la seconda città più grande nel mondo miceneo, dopo la stessa Micene. Il sito, nel quale sono stati recuperati muri di pietra, affreschi, ceramiche e 1.000 tavolette lineari B durante gli scavi nel 1939, è il palazzo greco, di epoca micenea, meglio conservato scoperto ad oggi. Il sito si trova in cima a una collina, 17 km a nord di Pylo.

LA TERRA DELL'UTOPIA

Arcadia takes its name from the mythological figure Arcas, son of Zeus and Callisto, who was both the country’s greatest hunter and the region’s king. It was also known as the homeland of god Pan who, according to Greek mythology, was the god of the wild, shepherds and flocks, mountain wilds, fields, groves, valleys and rustic music. During ancient times, while the rest of the people of the Peloponnese lived in cities and led an urban life, Arcadians—who lived in the middle of the Peloponnesian peninsula, far from sea—led a simple, shepherd life. That was the reason why Arcadia was considered to be an unspoilt, harmonious wilderness; a land of freedom. This was also supported by the famous painting by Nicolas Poussin, one of the greatest classical artists of French Baroque. In his painting “ “Et in Arcadia ego” (translated into “Even in Arcadia, there am I”), the word Arcadia was connotation for a land of utopia.

LA TERRA DELL'UTOPIA

L’Arcadia prende il nome dalla figura mitologica di Arcas, figlio di Zeus e Callisto, che era il più grande cacciatore del paese e re della regione. Era anche conosciuta come la patria del dio Pan che, secondo la mitologia greca, era il dio del selvaggio, dei pastori e delle greggi, degli animali selvaggi di montagna, di campi, boschetti, valli e della musica rustica. Durante il periodo antico, mentre il resto della gente del Peloponnese viveva nelle città e conduceva una vita urbana, gli arcadi —che vivevano nel mezzo della penisola del Peloponneso, lontano dal mare—conducevano una vita semplice, da pastori. Questo era il motivo per cui l’Arcadia veniva considerata un territorio incontaminato, un armonioso deserto; una terra di libertà. Questo sosteneva anche il famoso pittore Nicolas Poussin, uno dei più grandi artisti classici del barocco francese. Nella sua pittura “Et in Arcadia ego” (tradotto in “Anche in Arcadia, io sono presente”), la parola Arcadia era utilizzata a indicare la terra dell’utopia.

IL CANALE DI CORINTO

Corinto deriva il suo nome dall’antica Corinto che fu completamente distrutta da un terremoto nel 1858. Ciò portò alla creazione della Nea o Nuova Corinto sulla costa del Golfo di Corinto, 3 km a ovest. La Nuova Corinto è stata ricostruita dopo un ulteriore terremoto nel 1928 e di nuovo nel 1933 dopo un grande incendio. Il punto di riferimento di Corinto è il canale di Corinto che collega la penisola del Peloponneso alla terraferma greca, consentendo il passaggio di navi tra il Mediterraneo occidentale e l’Egeo. La sua costruzione iniziò nel 1881, ma finì solo nel 1893, a causa della ristrettezza del canale, di problemi di navigazione e chiusure periodiche per riparare frane dalle sue pareti ripide. Il canale di Corinto è lungo 6,4 km e largo solo 21 metri.

ARGOLIDE BENEDETTA

L’Argolide, Argolis in greco antico, fa parte della regione del Peloponneso situata nella parte orientale della penisola ed è parte dell’area tra Argolide, Arcadia e Corinthia. La regione dell’Argolide è benedetta dalla sua storia e dai suoi monumenti, ed esibisce in bella mostra decine di monumenti importanti dall’antichità ad oggi. Visitate la famosa Porta del Leone nella cittadella dell’Età del Bronzo di Micene, non fatevi scappare la città di Nafplio che fu la prima capitale della Grecia moderna e risalitene i 913 gradini tortuosi fino alla fortezza, o visitate l’antico teatro di Epidauro progettato nel IV secolo a.C., ammirato a livello internazionale per la sua acustica eccezionale che consente una perfetta comprensione della parola parlata a tutti e 14.000 i suoi potenziali spettatori.

LA TERRA DELLE LEGGENDE

La Laconia, conosciuta anche come Lacedaemonia durante l’epoca bizantina, è situata nella parte sud-orientale della penisola del Peloponneso. La storia della Laconia è legata alla fondazione di Sparta – la sua capitale – nel XI sec. a.C. Sparta, la città di Menelao e sua moglie Elena di Troia, divenne una delle città più importanti della Grecia dopo la sua vittoria durante la guerra del Peloponneso.  Lo sapevate che la parola “laconico” è derivata per analogia dal nome della regione intendendosi con essa “parlare in un modo conciso, essenziale”, come usavano fare gli spartani secondo l’opinione degli ateniesi.

Destination | Peloponnese | Olympia | Aldemar Olympian Village
Destination | Peloponnese | Olympia | Aldemar Olympian Village
Destination | Peloponnese | Olympia | Aldemar Olympian Village
Destination | Peloponnese | Olympia | Aldemar Olympian Village

Attrazioni principali dell'isola

ATTRAZIONI DEGNE DI NOTA

L'ANTICA OLIMPIA

Una delle attrazioni più famose della Grecia è l’antica Olimpia situata nell’Ilia, nella penisola del Peloponneso. Un tempo fungeva da santuario per gli antichi greci e da sede dei Giochi Olimpici nell’antichità. Il sito comprendeva vari edifici, come gli imponenti templi costruiti in onore degli dei, l’altare dei sacrifici, il Gymnasium, la Stoa, la palaestra, la bottega del famoso scultore Fidia, per non parlare della gigantesca statua d’avorio e d’oro di Zeus – considerata una delle Sette Meraviglie dei tempi antichi. Una passeggiata lungo l’antico Stadio Olimpico vi trasporterà mentalmente alle prime Olimpiadi, tenutesi nel 776 aC.

CUCINA DEL PELOPONNESO

La cucina del Peloponneso è singolarmente varia ed emozionante, grazie ai saporiti ingredienti locali, abbondanti come la sua natura. L’olio d’oliva è il suo marchio di fabbrica, e la cucina locale si fa vanto della sua ricca produzione agricola—agrumi, melanzane, carciofi, cipolle, piselli, pomodori—e dei loro sottoprodotti—uva, vini, uva passa e aceto. Ma le vere delizie emergono quando la cucina locale prevede tra i suoi ingredienti pesce fresco, maiale, galli, conigli, merluzzo, quaglia e salumi.

DOVE FARE ACQUISTI

La capitale dell’Ilia, Pyrgos, ha un grande mercato commerciale con negozi nuovi e vecchi. Alcuni dei più antichi operano da più di un secolo, come la distilleria Koutifari con il suo ouzo fine, brandy e liquori di ogni sapore immaginabile. A Pyrgos, oltre ai soliti negozi di abbigliamento e cosmetici, si possono trovare negozi di antiquariato, negozi che vendono spezie e erbe uniche, così come un laboratorio—l’ultimo del suo genere— che produce accessori per cavalli.

UNA PASSEGGIATA AL PORTO

Katakolon, un luogo che riunisce bellezza naturale e storia, è una città costiera nella parte occidentale dell’Ilia. Ogni anno attira centinaia di navi da crociera e i visitatori possono godere di attrazioni come: Pontikokastro, il piccolo villaggio di Agios Andreas che in tempi antichi era il porto naturale dell’antica Olimpia, il faro costruito nel 1865 nel villaggio del capo, i bellissimi sentieri di montagna, la chiesa panoramica di San Nicholas, il Museo dell’antica tecnologia greca e degli strumenti musicali e giochi greci. All’ingresso del porto si trovano vecchi magazzini recentemente restaurati e trasformati in caffè e taverne.

BELLEZZE NATURALI

Il paesaggio naturale del Peloponneso è dotato di tutto: una costa di 1.200 km, decine di montagne con un’altitudine superiore a 1.000 m, foreste, laghi, fiumi, cascate, grotte, valli; tutto quel che potete desiderare. Offre l’occasione per innumerevoli sfide per gli amanti dell’avventura: trekking e arrampicata, immersioni subacquee, e centinaia di eccellenti spiagge per il nuoto. La penisola del Peloponneso è ricca di splendide rive dorate, come ricami nella costa, spiagge di sabbia bianca perfetta e tranquille acque smeraldine.

Destination | Peloponnese | Olympia | Aldemar Olympian Village
Destination | Peloponnese | Olympia | Aldemar Olympian Village
Destination | Peloponnese | Olympia | Aldemar Olympian Village
Destination | Peloponnese | Olympia | Aldemar Olympian Village